Attualità

10° anniversario Equipe ADOC

Grazie di cuore all'associazione Pro Carnevale della Valle Morobbia

"Da vicino nessuno è normale"

"Da vicino nessuno è normale" compie 20 anni. Il nome lo abbiamo preso in prestito da Trieste dove in questi anni questo slogan si riempiva di significato: valorizzare le differenze senza lasciare indietro nessuno. Come molti ci siamo ispirati a quest’idea e abbiamo cercato di renderla attraversabile scoprendo però che questo cammino di abbattere i muri è incredibilmente pieno di ostacoli e che la libertà è un esercizio quotidiano.

Per aprire la ventesima edizione di "Da vicino nessuno è normale" abbiamo invitato Franco Rotelli a discutere con noi su queste tematiche presentando il suo libro sulla storia di Trieste.

 

Presentazione del libro di Franco Rotelli, L’istituzione inventata, Almanacco Trieste 1971 – 2010, Edizioni Alphabeta:

 

Sabato 11 giugno 2016 alle ore 18.00

 

TeatroLaCucina
Ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini,
via Ippocrate 45, Milano
Discutono con Franco Rotelli: Lucia Castellano, Massimi Cirri, Andrea Materzanini, Oreste Pivetta e il pubblico presente.

 

L’Almanacco è un grande volume zeppo di cronache, documenti, citazioni, felicemente disomogenei. Racconta la storia della riforma radicale della salute mentale triestina, un progetto collettivo che va a scuola di libertà e democrazia per dare dignità e valore al pubblico servizio, rovesciando un mandato di esclusione in un impegno rigoroso di inclusione. L’Almanacco è di una straordinaria attualità nel comprendere le dinamiche dei muri che si alzano ovunque.

Perspectives

Estratto "Périodique de la Commission latine d'éducation sociale (CLES) - maggio 2016

Perspective.pdf
Documento Adobe Acrobat 44.1 MB

Collocamenti coatti, sì al risarcimento

In Svizzera, fino al 1981, decine di migliaia di persone sono state internate sulla base di decisioni amministrative, senza l'esame di un tribunale. Molte donne sono state sottoposte a sterilizzazione o costrette all'aborto, migliaia di bambini sono stati dati in adozione contro la volontà delle loro madri o collocati in istituti e costretti a lavorare senza remunerazione.

 

Durante il dibattito del 27.04.2016, il Consiglio nazionale, con 143 voti favorevoli, 26 no e 13 astenuti, ha approvato il controprogetto indiretto del governo all'Iniziativa per la riparazione.

 

Guarda il video

 

Le testimonianze dei bimbi schiavi

 

Fu una delle pagine più scure della storia svizzera. Bimbi strappati fino agli anni ‘70 alle madri e chiusi in orfanotrofi o affidati a famiglie che li hanno trattati come servi solo perché di origini umili o provenienti da contesti emarginati.

 

Il Consiglio Nazionale ha stanziato 300 milioni per risarcire i sopravvissuti.

 

Guarda il video

3° Anniversario AdoMani

 

Nato il 1. febbraio 2013, questo importante progetto, ha come obiettivo il riavvicinare e riconnettere al tessuto lavorativo-sociale i ragazzi tramite un'esperienza lavorativa il più vicino possibile alla realtà.

 

I festeggiamenti del 3° anniversario si terranno nella sede di AdoMani il 12 aprile 2016 alle ore 18.30.

Progetto IKEA

Spazio Ado per i 25 anni di IKEA

Guarda il video:

ikea.mov
Formato Video QuickTime 84.0 MB

 

Presentazione del libro Famiglie

 

Sabato 12 marzo 2016 alle ore 17.30

presso Spazio Ado, Via Besso 42a, Lugano

 

 

Famiglie non è unicamente un libro ma anche un progetto partecipato, uno spazio di vicinanza, un esempio di autoproduzione. 

 

 

Introdurrà la serata:

Raffaele Mattei - www.amilcare.ch

Direttore della Fondazione Amilcare

 

Animeranno la serata di discussione:

Marco Carsetti - elsedizioni.com

Mirjana Farkas - mirjanafarkas.com

Giacomo Borella - albori.it

Luigi Monti - gliasinirivista.org

Sara Honegger - scuolasnada.blogspot.ch

 

Presentazione libro Famiglie
Invito presentazione libro.pdf
Documento Adobe Acrobat 361.6 KB

 

Critiche e difesa della struttura educativa chiusa prevista dal cantone.

 

Intervista a Raffaele Mattei e al Consigliere di stato Paolo Beltraminelli

 

Ascolta l’intervista

 

 

Centri per minori

 

Oltre Gottardo i centri chiusi per adolescenti sono quasi vuoti, sotto occupati o chiusi. Alcuni come Prêle hanno deciso di chiudere e il Canton Neuchâtel ha bloccato il progetto per una nuova realizzazione.

 

In Ticino si vogliono spendere milioni di franchi per realizzare un centro chiuso, che è sinonimo di esclusione, anziché sostenere progetti che favoriscono l’inclusione di giovani minorenni nel tessuto sociale.

 

Dal quotidiano “24heures”: A moitié vide, la prison pour ados est hors de prix

 

g

 

La Catena della solidarietà raccoglie fondi per promovere progetti svizzeri, come Spazio ADO, che combattono l'esclusione e che hanno come obiettivo l'integrazione di giovani nel tessuto sociale.

 

www.catena-della-solidarietà.ch

 

Il Quotidiano del 15.12.2015

 

Servizio su Spazio ADO con intervista ai ragazzi.

 

clicca qui per vedere il servizio

 

Squadra esterna del 15.12.2015

 

Giornata nazionale catena della solidarietà

In diretta dallo Spazio Ado con Maria Pia Belloni

 

clicca qui per sentire il servizio

 

"Ogni centesimo conta"

 

La Catena della Solidarietà lancia una nuova raccolta fondi, per aiutare soprattutto giovani in difficoltà.

 

All'insegna dello slogan "Jeder rappen zählt", ovvero ogni centesimo conta, il 15 dicembre i centralini dell'organizzazione, e non solo, saranno a disposizione di chiunque volesse contribuire, anche con un piccolo investimento.

 

 

Il ricavato, ricordano gli organizzatori, sarà utilizzato prevalentemente per sostenere diversi progetti e associazioni, due delle quali sono attive anche nella Svizzera italiana: la Fondazione il Gabbiano e la Fondazione Amilcare.

 

Eventuali donazioni possono essere effettuate attraverso il conto corrente postale 10-15000-6, componendo il numero di

 

telefono 0800 87 07 07 o attraverso www.catena-della-solidarieta.ch


Di seguito i servizi correlati:

 

RSI Rete 1: Millevoci

11 dicembre 2015

 

Ospiti della trasmissione:


Edo Carrasco, direttore Fondazione Il Gabbiano
Raffaele Mattei, direttore Fondazione Amilcare
Marco Galli, responsabile Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani
Tony Burgener, Direttore della Catena della solidarietà

 

Vai al servizio

 

RSI Rete 1: Albachiara

7 dicembre 2015

 

Questo reportage ci illustra uno dei progetti svizzeri che la Catena della Solidarietà intende sostenere. Si tratta di "Spazio Ado", una della due strutture diurne della Fondazione Amilcare, che si occupa di 70 ragazzi tra i 15 ed i 20 anni che per ragioni diverse non possono più vivere nella loro famiglia d’origine.


Vai al servizio

RSI: Video informazione

7 dicembre 2015

 

Intervista a Eugenio Jelmini: "Sostegno a due fondazioni ticinesi"


Vai al servizio


Falò: puntata di 12.11.2015, Ore 21:10

CRESCIUTI NELL'OMBRA

di Mariano Snider - Alcuni venivano da famiglie molto povere, oppure erano orfani, figli di alcolizzati, ma anche semplicemente di divorziati. Altri venivano da famiglie normali, ma avevano “un carattere difficile”. Insomma avevano profili molto diversi, ma per tutti (fino all’inizio degli anni ’60) il destino era lo stesso, venivano messi in istituto, condannati a crescere senza affetti, a volte castigati e picchiati, senza che avessero colpe. Degli internamenti coatti, si parla da qualche anno e la Confederazione ha riconosciuto gli errori del passato. Ma qual era la situazione in Ticino? Finora si è sempre parlato di pochi casi, di fenomeno circoscritto. Ebbene, Falò ha condotto un’inchiesta approfondita da cui emerge una realtà ben diversa; gli internamenti amministrativi erano pratica diffusa, nell’ordine delle centinaia se non migliaia di casi. Una realtà sommersa perché moltissimi ricoveri avvenivano con il consenso delle famiglie; un consenso che oggi sarebbe inimmaginabile. Un passato oscuro, di sofferenze e di solitudine, raccontato in prima persona dalle vittime che hanno trovato il coraggio di uscire allo scoperto. Ospite in studio il pedagogista Sergio Devecchi.

Clicca di seguito per vedere la trasmissione

Falò: cresciuti nell'ombra

 

 

BENTORNATI

 

Domenica 1.11.2015 i nostri ragazzi sono tornati :-) erano imbarcati da domenica, 20 settembre 2015

Lara, Claudio, Kewin, Joel e Luca per 6 settimane sul Blitz con il progetto educativo itinerante dell' Associazione il Sorgitore, sono stati accompagnati dagli skipper Cristina Lombardi e Gianni Golino e dagli educatori Daniele Piazza e Raffaele Mattei 

 

per seguire i ragazzi, clicca sul link seguente:

http://il-sorgitore.org/posizione/

Guarda la gallery con le immagini dell'imbarco

In barca a vela per creare fiducia e serenità

Video: Pubblicato il 22 set 2015

E' partita oggi dal porto di Lavagna l'avventura in mare di cinque ragazzi del Canton Ticino, ciascuno con problematiche sociali o relazionali alle spalle, che per sei settimane, accompagnati da due educatori dell'associazione "Il Sorgitore", viaggeranno a bordo della barca a vela Blitz. La Corsica, la Sardegna e la Sicilia saranno la loro meta, ma soprattutto l'obiettivo sarà vivere un'esperienza formativa che sappia dare loro fiducia, speranza e serenità.

 

FALÒ - 2.4.2015 giovedì 02/04/15 

di Elisabeth Alli



LE PENE DEL GIOVANE FRANCESCO


 


 


Sono svizzeri e ticinesi, sono appena 14 o 15enni, ma alle spalle hanno già una discreta lista di reati. Spesso vengono da famiglie disastrate, con un padre alcolista e una madre assente, o viceversa. Come gestire queste persone? Come punire questi minorenni? Come aiutarli? Di quali strutture dispone il Ticino? Abbiamo cercato di rispondere a queste domande chiedendo una risposta anche a loro, ai giovani delinquenti di casa nostra.

 

DAL 1° GENNAIO 2015 CONSULENZE ESTERNE

 

Le nostre consulenti familiari, dal 1° gennaio 2015 saranno disponibili anche per delle consulenze esterne.

 

vedi dettagli nel flyer (scarica sotto) o nella loro pagina clicca qui

Flyer Consulenti familiari
FlyerCF.pdf
Documento Adobe Acrobat 986.2 KB

VIDEO DEL 30° DELLA FONDAZIONE AMILCARE

Libro commemorativo della Fondazione Amilcare

Ritratti

Quando ci si ritrova per festeggiare una simile ricorrenza riaffiorano ricordi, emozioni, sensazioni di un cammino percorso da tanti attori: fondatori, operatori sociali, psicologici, direttori, autorità ma soprattutto adolescenti. La loro presenza, il ruolo di prim'attori dei festeggiamenti, deciso dalla Fondazione Amilcare, simboleggia il futuro, il proseguimento di un percorso al tempo stesso creativo e impegnativo. Perché l'adolescenza è il momento della vita in cui si sviluppano sogni e progetti, ma in cui si è al tempo stesso confrontati con la realtà creata dagli adulti.

 

Questo libro è la dimostrazione che questa «tensione», quando è basata su creatività e impegno da entrambe le parti, può sfociare in risultati ricchi di significato e di emozioni. La collaborazione tra le nostre ragazze e i nostri ragazzi e il fotografo Edo Bertoglio, coadiuvato da Jade Mara, diventata adulta con la Fondazione, a detta di tutti, è stata un'esperienza straordinaria.

 

Quest'opera simboleggia in qualche modo la filosofia della Fondazione Amilcare: da un lato gli adolescenti che si cercano, confrontati con un mondo reale complesso, dall'altra, un équipe di adulti che, giorno dopo giorno, li accompagnano aiutandoli a ritrovare le grandi potenzialità tipiche dell'adolescenza, dando spazio alla loro creatività entro determinati limiti. Perché, lo ricordano Baudelaire e Mozart, i limiti sono addirittura la premessa dello sviluppo della creatività e della personalità.


Il gesto più bello che si possa fare nell'ambito di una simile ricorrenza è dire grazie. Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno fatto parte e che fanno parte della nostra Fondazione. Il cammino della nostra Fondazione è reso possibile anche grazie all’attenzione delle autorità comunali, cantonali e federali, nonché di numerosi sostenitori privati. Anche a loro va il nostro più caloroso ringraziamento.

CHF 100.00
nel carrello
  • disponibile
  • spedizione in 3-5 giorni1
CD singolo

La storia di me e di te

Ideato e scritto da Angy e Ely con la collaborazione di Maxi B

Prodotto, registrato, mixato e masterizzato da DJ C.I. al Real Jungle Studio di Lugano

 

CHF 5.00
nel carrello
  • disponibile
  • spedizione in 3-5 giorni1

Fondazione Amilcare

Via alla Campagna 2a

6900 Lugano

 

tel.: +41 91 973 47 70

 

email: info@amilcare.ch

Depliant Fondazione
Depliant2016.pdf
Documento Adobe Acrobat 319.6 KB


Oggetti di produzione ed in vendita a Spazio ADO

maggiori info

SHOP

seguici su: