Spazio Ado

Buongiorno, mi chiamo Spazio Ado, ho 16 anni, abito a Lugano-Besso, vicino alla stazione.

Sono ampio, colorato e accogliente, chi mi conosce dice che sono simpatico e intraprendente.
Mi occupo di ragazze e ragazzi alla ricerca di un posto nel mondo. Ne posso accogliere 9 alla volta.

Chi si rivolge a me vive momenti di confusione, indecisione e sfiducia.
A loro offro l'opportunità di conoscersi meglio e rafforzare le competenze sociali.
Quello che più mi preme è accompagnarli nella scelta di un percorso formativo. Per farlo, però, devo riuscire a trasmettere fiducia.
Nei miei spazi cerco di costruire relazioni significative. Com'è bello quando mi accorgo che i giovani che mi frequentano si sentono a loro agio e sono contenti di vedermi!

Concretamente propongo degli ateliers del legno, del ferro e della ceramica. Da me si può fare musica e produrre piccoli video, si impara anche a cucinare.

Dispongo di un piccolo locale verde come la primavera, al suo interno ci si può rilassare.
Nel mio spazio più grande organizzo colazioni, pranzi, momenti ludici e attività di gruppo. Quest'ultime sono molto importanti perché permettono a chi mi frequenta di capire meglio chi sono e a cosa posso servire.

Durante queste riunioni si impara a esprimersi, a pensare e a porsi domande. Le risposte si cercano insieme.

Sul mio conto si raccontano tante cose, ma per conoscermi bisogna frequentarmi. Per concludere vi elenco alcune definizioni che ho sentito: “Spazio Ado è un passatempo”, “una rottura di scatole”, “un luogo di espressione artistica, un lavoro, una scuola, un posto dove è possibile scoprire difficoltà e risorse personali, dove è possibile incontrare altri ragazzi”...

L'ultima che ho sentito mi è piaciuta molto: “Spazio Ado è una scuola di vita”.

Ora posso dire la mia? Io mi sento come una bottega del “fai con gli altri” con delle cassette degli attrezzi invisibili che aiutano a riparare, costruire, giocare...nella vita.


Galleria d'immagini